x
Iscrivitti alla nostra newsletter

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

Non un email valido!
Interessato a
Richiesto!

Ai sensi e per gli effetti degli articoli 7, 13 e 23 del D. Lgs. n. 196/2003, dichiaro di aver preso conoscenza dell'informativa di TRE.CI per il trattamento dei miei dati personali, ed eventualmente sensibili, di essere esaurientemente informato in merito ai miei diritti e di conoscere come e dove esercitare gli stessi, pertanto per consenso e presa visione.

Richiesto!
Si prega di compilare tutti i campi richiesti!

News

SALE GIOCO: CORSI OBBLIGATORI PER GESTIRE LUDOPATIA

Gestori vecchi e nuovi di sale da gioco o di locali dove sono presenti apparecchiature per il gioco d'azzardo lecito dovranno adeguarsi all'obbligo di formazione per gestire la relazione con la clientela a rischio ludopatia. Lo stabilisce una delibera approvata dalla Giunta regionale n° X/2573 del 31/12/2014 “Disposizioni relative alle modalità di formazione dei gestori delle sale da gioco e dei locali ove sono installate le apparecchiature per il gioco d’azzardo lecito, in attuazione dell’art. 9, comma 1, della l.r. 21 ottobre 2013, n. 8”.

I corsi vogliono offrire ai gestori gli strumenti per affrontare in modo efficace il rapporto con i clienti a rischio, e per essere partecipi della battaglia per contenere le ludopatie, un fenomeno negativo che rischia di diffondersi ulteriormente.

La durata del percorso formativo è pari a 4 ore di 60 minuti; al termine del percorso formativo è prevista una prova di verifica per coloro che hanno frequentato il 100% delle ore di formazione previste.

Al fine dell'ammissione al corso, il gestore delle sale da gioco e dei locali deve avere compiuto i diciotto anni di età. Per gli stranieri è inoltre indispensabile una buona conoscenza della lingua italiana, che consenta di partecipare al percorso formativo.

La delibera definisce lo standard formativo dei corsi, stabilendo che attuatori delle iniziative di formazione sono i soggetti accreditati per l'erogazione dei servizi di Istruzione e Formazione professionale iscritti all'Albo della Regione Lombardia; tali soggetto devono garantire come docente una figura professionale autorizzata dall’ASL competente per territorio.

I termini di tempo che hanno i gestori per adeguarsi alla normativa sono 12 mesi, dalla data di pubblicazione sul Burl del provvedimento, per quelli già operativi, e 6 mesi per i nuovi.

 

Gli esercenti che non parteciperanno ai corsi di formazione previsti dalle nuove norme incorreranno in una sanzione da mille a 5mila euro.

 

Per qualsiasi chiarimento in merito potete contattare:

Dott.ssa Elena Saporiti

0331 214 722 info@treciservizi.com

Condividi

Per ulteriori informazioni compila il seguente form

* Campi obbligatori
  •  
Ai sensi e per gli effetti degli articoli 7, 13 e 23 del D. Lgs. n. 196/2003, dichiaro di aver preso conoscenza dell'informativa di TRE.CI per il trattamento dei miei dati personali, ed eventualmente sensibili, di essere esaurientemente informato in merito ai miei diritti e di conoscere come e dove esercitare gli stessi, pertanto per consenso e presa visione. Si   No  

Questo sito utilizza cookie per consentire una migliore esperienza di navigazione. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione acconsenti.