x
Iscrivitti alla nostra newsletter

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

Non un email valido!
Interessato a
Richiesto!

Ai sensi e per gli effetti degli articoli 7, 13 e 23 del D. Lgs. n. 196/2003, dichiaro di aver preso conoscenza dell'informativa di TRE.CI per il trattamento dei miei dati personali, ed eventualmente sensibili, di essere esaurientemente informato in merito ai miei diritti e di conoscere come e dove esercitare gli stessi, pertanto per consenso e presa visione.

Richiesto!
Si prega di compilare tutti i campi richiesti!

Tutti i nostri corsi

  • Richiedi info Corso Ludopatia

    • 30/05/16
    Programma e Orario

    Corso rivolto ai gestori secondo D.g.r. 31 ottobre 2014 n. X/2864 del 12 dicembre 2014

     

    Stampa orario corso
    Sessione 30 mag. 2016
    mag. 201630
    9.00 - 13.00
    Documenti

    Non ci sonno documenti.

    Tutte le date in Programma
  • Richiedi info FORMAZIONE GENERALE LAVORATORI

    • 06/06/16
    • 11/07/16
    • 12/09/16
    Programma e Orario

    L’art.37 del decreto Legislativo 81/08 stabilisce che il datore di lavoro debba obbligatoriamente formare ed informare ed addestrare i lavoratori circa:

    1. i rischi per la sicurezza e la salute connessi all’attività dell’impresa in generale;
    2. le misure e le attività di protezione e prevenzione adottate;
    3. i rischi specifici a cui è esposto il lavoratore
    4. i pericoli connessi all’uso di sostanze e di preparati pericolosi
    5. le procedure che riguardano la gestione delle emergenze.

    L’informazione e la formazione dei lavoratori sono determinanti per la diffusione della cultura della prevenzione nelle aziende, solo con una presa di coscienza da parte di tutta l’organizzazione aziendale (datore di lavoro, preposti, dirigenti e lavoratori) circa i reali rischi connessi all’attività e all’ambiente di lavoro si possono mettere in atto puntuali misure di prevenzione e protezione.

    NORMATIVA:

    • Accordo tra il Ministero del lavoro e delle politiche sociali, il Ministro della salute, le Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano per la Formazione dei Lavoratori ai sensi dell’articolo 37, comma 2 del D.Lgs. 9 aprile 2008 n. 81, e successive modifiche e integrazioni
    • art. 37 D.lgs.81/08 e smi

    REQUISITI DEI DOCENTI

    Esperienza almeno triennale di docenza o insegnamento o professionale in materia di salute e sicurezza sul lavoro.

     

    ORGANIZZAZIONE DEI CORSI

    • individuazione di un responsabile del progetto formativo
    • n° minimo di partecipanti pari a 6 - n° massimo di partecipanti ad ogni corso pari a 35
    • tenuta del registro di presenza
    • assenze ammesse: massimo 10%
    • declinazione dei contenuti tenendo presenti: le differenze di genere, di età, di provenienza e lingua, nonché quelli connessi alla specifica tipologia contrattuale attraverso cui viene resa la prestazione di lavoro
      • Nei confronti dei lavoratori stranieri i corsi saranno realizzati previa verifica della comprensione e conoscenza della lingua veicolare e con modalità che assicurino la comprensione dei contenuti del corso di formazione.

     

     

    ATTESTATI

    • Denominazione del soggetto formatore
    • Normativa di riferimento
    • Dati anagrafici del corsista
    • Specifica della tipologia di corso seguito con indicazione del settore di riferimento e relativo monte ore frequentato
    • Periodo di svolgimento del corso
    • Firma del soggetto che rilascia l’attestato, il quale può essere anche il docente
    • Logo OPP

    PROGRAMMA FORMAZIONE GENERALE

    Informazione Formazione Lavoratori

     

    MODULO

    CONTENUTI

    DOCENZA

    Modulo 1

    Durata: 4 ore

    • Concetti di rischio,
    • Danno,
    • Prevenzione,
    • Protezione,
    • Organizzazione della prevenzione aziendale,
    • Diritti, doveri e sanzioni per i vari soggetti aziendali,
    • Organi di vigilanza, controllo e assistenza.

    Tecnico Tre.Ci Servizi Ambientali S.r.l.

     

     

    Stampa orario corso
    Sessione 06 giu. 2016
    giu. 201606
    9:00 - 13:00
    Sessione 11 lug. 2016
    lug. 201611
    9:00 - 13:00
    Sessione 12 set. 2016
    set. 201612
    9:00 - 13:00
    Tutte le date in Programma
    lug. 201611
    set. 201612
  • Richiedi info Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione - BASSO RISCHIO

    • 07/06/16
    Programma e Orario

    PRESENTAZIONE DEL CORSO

    Il Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione ha un ruolo fondamentale all’interno dell’azienda e la sua nomina/designazione e deve essere ben ponderata dal datore di lavoro; la figura in questione deve avere conoscenze  tecniche gestionali oltre a capacità di coinvolgimento  di  tutti i lavoratori nella gestione della sicurezza in azienda.

     

    Il Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione svolge prevalentemente i seguenti compiti:

    • provvede all’individuazione dei fattori di rischio, alla valutazione dei rischi e all’individuazione delle misure per la sicurezza  e per la salubrità degli ambienti di lavoro nel rispetto della normativa vigente sulla base della specifica conoscenza dell’organizzazione aziendale;
    • elabora, per quanto di sua competenza, le misure preventive e protettive di cui all’art. 28, comma 2, e i sistemi di controllo di tali misure;
    • elabora le procedure di sicurezza per le varie attività aziendali;
    • individua i dispositivi di protezione individuale e i sistemi di controllo di tali misure
    • partecipare alle consultazioni in materia di tutela della salute e sicurezza sul lavoro, nonché alla riunione periodica di cui all’art. 35;
    • programma i corsi di formazione ed informazione per i lavoratori e fornisce loro le informazioni di cui all’art. 36

    NORMATIVA:

    • Accordo tra il Ministero del lavoro e delle politiche sociali, il Ministro della salute, le Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano sui corsi di formazione per lo svolgimento diretto da parte del datore di lavoro dei compiti di prevenzione e protezione dai rischi ai sensi dell’articolo 34, commi 2 e 3 del D.Lgs. 9 aprile 2008 n. 81, e successive modifiche e integrazioni”.
    • art. 34 del D.Lgs. 81/08 e smi

    Il datore di lavoro che intende svolgere direttamente il ruolo di Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione deve obbligatoriamente frequentare un corso di formazione in materia di sicurezza e salute sul luogo di lavoro.

    Il monte ore di formazione da frequentare è individuato in base al settore Ateco 2002 di appartenenza dell’azienda; i corsi saranno articolati in tre differenti livelli di rischio:

    • BASSO 16 ore
    • MEDIO 32 ore
    • ALTO 48 ore

    Il comma 2 dell’art. 34 prevede che i corsi per gli RSPP abbiano la durata minima del corso in 16 ore e massima di 48 ore adeguati alla natura dei rischi presenti sul luogo di lavoro e relativi alle attività lavorative. I contenuti e le articolazioni del corso saranno stabiliti mediante accordo in sede di Conferenza Stato Regioni entro dodici mesi dall’entrata in vigore del decreto legislativo 81/08. Fino alla pubblicazione dell’accordo conserva la validità la formazione effettuata in base al Decreto 16/01/07 ovvero corsi della durata minima di 16 ore.

    REQUISITI DEI DOCENTI

    Esperienza almeno triennale di docenza o insegnamento o professionale in materia di salute e sicurezza sul lavoro.

    ORGANIZZAZIONE DEI CORSI

    • individuazione di un responsabile del progetto formativo
    • n° minimo di partecipanti pari a 6 - n° massimo di partecipanti ad ogni corso pari a 35
    • tenuta del registro di presenza
    • assenze ammesse: massimo 10%
    • al termine del corso sarà somministrata una verifica di apprendimento, che prevede colloquio o test obbligatori, in alternativa tra loro
    • al termine del corso verrà predisposto un verbale relativo alla valutazione globale

    ATTESTATI

    • Denominazione del soggetto formatore
    • Normativa di riferimento
    • Dati anagrafici del corsista
    • Specifica della tipologia di corso seguito con indicazione del settore di riferimento
    • e relativo monte ore frequentato
    • Periodo di svolgimento del corso
    • Firma del soggetto che rilascia l’attestato, il quale può essere anche il docente

     

    PROGRAMMA DEL CORSO – RSPP  EX ART. 34

     

    MODULO

    CONTENUTI

    DOCENZA

    1° Modulo

    NORMATIVO - giuridico

     

    Durata

    • BASSO: 4 ore
    • MEDIO: 8 ore
    • ALTO: 12 ore
    • il sistema legislativo in materia di sicurezza dei lavoratori;
    • la responsabilità civile e penale e la tutela assicurativa;
    • la “responsabilità amministrativa delle persone giuridiche, delle società e delle associazioni, anche prive di responsabilità giuridica” ex D.Lgs. n. 231/2001, e s.m.i. ;
    • il sistema istituzionale della prevenzione;
    • i soggetti del sistema di prevenzione aziendale secondo il D.Lgs. 81/08: compiti, obblighi, responsabilità;
    • il sistema di qualificazione delle imprese.

    Tecnico Società

    Tre.Ci Servizi Ambientali

    2° Modulo

    GESTIONALE - gestione ed organizzazione della sicurezza

    Durata

    • BASSO: 4 ore
    • MEDIO: 8 ore
    • ALTO: 12 ore
    • I criteri e gli strumenti per l’individuazione e la valutazione dei rischi;
    • la considerazione degli infortuni mancati e delle modalità di accadimento degli stessi;
    • la considerazione delle risultanze delle attività di partecipazione dei lavoratori;
    • il documento di valutazione dei rischi (contenuti specificità e metodologie);
    • modelli di organizzazione e gestione della sicurezza;
    • gli obblighi connessi ai contratti di appalto o d’opera o di somministrazione;
    • il documento unico di valutazione dei rischi da interferenza;
    • la gestione della documentazione tecnico amministrativa;
    • l’organizzazione della prevenzione incendi, del primo soccorso e della gestione delle emergenze

    Tecnico Società

    Tre.Ci Servizi Ambientali

    3° Modulo

    TECNICO – individuazione e valutazione dei rischi

     

    Durata

    • BASSO: 4 ore
    • MEDIO: 8 ore
    • ALTO: 12 ore

     

    • i principali fattori di rischio e le relative misure tecniche, organizzative e procedurali di prevenzione e protezione;
    • il rischio da stress lavoro-correlato;
    • rischi ricollegabili al genere, all'età e alla provenienza da altri paesi;
    • i dispositivi di protezione individuale;
    • la sorveglianza sanitaria;

    Tecnico Società

    Tre.Ci Servizi Ambientali

    4° Modulo:

    RELAZIONALE – formazione e consultazione dei lavoratori

     

    Durata

    • BASSO: 4 ore
    • MEDIO: 8 ore
    • ALTO: 12 ore

     

    • l’informazione, la formazione e l’addestramento;
    • le tecniche di comunicazione;
    • il sistema delle relazioni aziendali e della comunicazione in azienda;
    • la consultazione e la partecipazione dei rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza:
    • natura, funzioni e modalità di nomina o di elezione dei rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza.

    Tecnico Società

    Tre.Ci Servizi Ambientali

     

    Stampa orario corso
    Sessione 07 giu. 2016
    giu. 201607
    14.30 - 18.30
    giu. 201613
    14.30 - 18.30
    giu. 201620
    14.30 - 18.30
    giu. 201627
    14.30 - 18.30
    Tutte le date in Programma
  • Richiedi info AGGIORNAMENTO RSPP ALTO RISCHIO - DATORE DI LAVORO

    • 07/06/16
    Programma e Orario

    Programma 

    • Approfondimenti tecnico-organizzativi e giuridico-normativi
    • Sistemi di gestione e processi organizzativi
    • Fonti di rischio, compresi i rischi ergonomici
    • Tecniche di comunicazione

     

    Stampa orario corso
    Sessione 07 giu. 2016
    giu. 201607
    14:30 - 18:30
    giu. 201613
    14:30 - 18:30
    giu. 201620
    14:30 - 18:30
    giu. 201627
    14:30 - 16:30
    Tutte le date in Programma
  • Richiedi info FORMAZIONE SPECIFICA LAVORATORI BASSO RISCHIO

    • 14/06/16
    • 19/07/16
    • 20/09/16
    Programma e Orario

    L’art.37 del decreto Legislativo 81/08 stabilisce che il datore di lavoro debba obbligatoriamente formare ed informare ed addestrare i lavoratori circa:

    1. i rischi per la sicurezza e la salute connessi all’attività dell’impresa in generale;
    2. le misure e le attività di protezione e prevenzione adottate;
    3. i rischi specifici a cui è esposto il lavoratore
    4. i pericoli connessi all’uso di sostanze e di preparati pericolosi
    5. le procedure che riguardano la gestione delle emergenze.

    L’informazione e la formazione dei lavoratori sono determinanti per la diffusione della cultura della prevenzione nelle aziende, solo con una presa di coscienza da parte di tutta l’organizzazione aziendale (datore di lavoro, preposti, dirigenti e lavoratori) circa i reali rischi connessi all’attività e all’ambiente di lavoro si possono mettere in atto puntuali misure di prevenzione e protezione.

    NORMATIVA:

    • Accordo tra il Ministero del lavoro e delle politiche sociali, il Ministro della salute, le Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano per la Formazione dei Lavoratori ai sensi dell’articolo 37, comma 2 del D.Lgs. 9 aprile 2008 n. 81, e successive modifiche e integrazioni
    • art. 37 D.lgs.81/08 e smi

    REQUISITI DEI DOCENTI

    Esperienza almeno triennale di docenza o insegnamento o professionale in materia di salute e sicurezza sul lavoro.

    ORGANIZZAZIONE DEI CORSI

    • individuazione di un responsabile del progetto formativo
    • n° minimo di partecipanti pari a 6 - n° massimo di partecipanti ad ogni corso pari a 35
    • tenuta del registro di presenza
    • assenze ammesse: massimo 10%
    • declinazione dei contenuti tenendo presenti: le differenze di genere, di età, di provenienza e lingua, nonché quelli connessi alla specifica tipologia contrattuale attraverso cui viene resa la prestazione di lavoro
      • Nei confronti dei lavoratori stranieri i corsi saranno realizzati previa verifica della comprensione e conoscenza della lingua veicolare e con modalità che assicurino la comprensione dei contenuti del corso di formazione.

    ATTESTATI

    • Denominazione del soggetto formatore
    • Normativa di riferimento
    • Dati anagrafici del corsista
    • Specifica della tipologia di corso seguito con indicazione del settore di riferimento e relativo monte ore frequentato
    • Periodo di svolgimento del corso
    • Firma del soggetto che rilascia l’attestato, il quale può essere anche il docente
    • Logo OPP

     

     

    PROGRAMMA FORMAZIONE SPECIFICA

    Informazione Formazione Lavoratori

     

    MODULO

    CONTENUTI

    DOCENZA

    Modulo 1

    comune a rischio

    • BASSO
    • MEDIO
    • ALTO

     

    Durata: 4 ore

    • Rischi infortuni,
    • Elettrici generali,
    • Attrezzature,
    • Videoterminali,
    • DPI Organizzazione del lavoro,
    • Ambienti di lavoro,
    • Movimentazione manuale carichi,
    • Segnaletica,
    • Emergenze,
    • Le procedure di sicurezza con riferimento al profilo di rischio specifico,
    • Procedure esodo e incendi,
    • Procedure organizzative per il primo soccorso, Incidenti e infortuni mancati,
    • Altri Rischi subordinati all’esito della valutazione dei rischi.

    Tecnico Tre.Ci Servizi Ambientali S.r.l.

    Modulo 2

    comune a rischio

    • MEDIO
    • ALTO

     

    Durata: 4 ore

    • Movimentazione merci (apparecchi di sollevamento, mezzi trasporto),
    • Rumore,
    • Vibrazione
    • Meccanici generali,
    • Macchine,
    • Microclima e illuminazione
    • Altri Rischi subordinati all’esito della valutazione dei rischi.

    Tecnico Tre.Ci Servizi Ambientali S.r.l.

    Modulo 3

    rischio ALTO

     

     

    Durata: 4 ore

    • Cadute dall’alto,
    • Rischi da esplosione,
    • Rischi chimici,
    • Nebbie - Oli - Fumi - Vapori – Polveri,
    • Etichettatura,
    • Rischi cancerogeni,
    • Rischi biologici,
    • Rischi fisici,
    • Radiazioni,
    • Altri Rischi subordinati all’esito della valutazione dei rischi.

    Tecnico Tre.Ci Servizi Ambientali S.r.l.

     

     

    Stampa orario corso
    Sessione 14 giu. 2016
    giu. 201614
    9.00 - 13.00
    Sessione 19 lug. 2016
    lug. 201619
    09.00 - 13.00
    Sessione 20 set. 2016
    set. 201620
    09.00 - 13.00
    Tutte le date in Programma
    lug. 201619
    set. 201620
  • Richiedi info Corso Abilitante alla Somministrazione e Vendita alimenti e bevande (ex.REC)

    • 14/06/16
    Programma e Orario

    L'esercizio, in qualsiasi forma, di un'attività di commercio relativa al settore merceologico alimentare e di un'attività di somministrazione di alimenti e bevande, anche se effettuate nei confronti di una cerchia determinata di persone, è consentito a chi è in possesso di uno dei seguenti requisiti professionali:

     

    • avere frequentato con esito positivo un corso professionale per il commercio, la preparazione o la somministrazione degli alimenti, istituito o riconosciuto dalle regioni o dalle province autonome di Trento e di Bolzano;

     

    • avere prestato la propria opera, per almeno due anni, anche non continuativi, nel quinquennio precedente, presso imprese esercenti l'attività nel settore alimentare o nel settore della somministrazione di alimenti e bevande, in qualità di dipendente qualificato, addetto alla vendita o all'amministrazione o alla preparazione degli alimenti, o in qualità di socio lavoratore o, se trattasi di coniuge, parente o affine, entro il terzo grado, dell'imprenditore in qualità di coadiutore familiare, comprovata dalla iscrizione all'Istituto nazionale per la previdenza sociale;

     

    • essere in possesso di un diploma di scuola secondaria superiore o di laurea, anche triennale, o di altra scuola ad indirizzo professionale, almeno triennale, purché nel corso di studi siano previste materie attinenti al commercio, alla preparazione o alla somministrazione degli alimenti

     

    • essere stato iscritto al Registro Esercenti il Commercio (REC) per l'attività di somministrazione di alimenti e bevande.

     

    Ai fini dell'iscrizione al corso abilitante alla somministrazione e vendita alimenti e bevande sono necessari i seguenti requisiti:

    Per i Cittadini Italiani 
    - che abbiano compiuto 18 anni di età; 
    - che abbiano conseguito il diploma di scuola secondaria di primo grado. 

    Per i Cittadini Comunitari
    - che abbiano compiuto 18 anni di età; 
    - che siano in possesso del titolo di studio equivalente a quello indicato per i cittadini italiani. 

    Per i Cittadini Extracomunitari 
    - che abbiano compiuto 18 anni di età; 
    - che siano in possesso del titolo di studio equivalente a quello indicato per i cittadini italiani; 
    - che siano in regola con le normative vigenti in materia di soggiorno nel rispetto degli accordi fra i vari Stati. 

    Coloro che hanno conseguito un titolo di studio all’estero, devono allegare alla domanda la seguente documentazione: 
    A. Per i titoli conseguiti negli Stati membri dell’Unione Europea, dello spazio economico europeo e nella Confederazione Svizzera: 
    1) Originale del titolo di studio; 
    2) Traduzione asseverata del titolo di studio, ossia una traduzione resa ufficiale con giuramento da parte di un  traduttore innanzi al tribunale, giudice di pace o notaio. 
    B. Per i titoli conseguiti in Paesi Extracomunitari: 
    1) Originale del titolo di studio; 
    2) Traduzione asseverata del titolo di studio, ossia una traduzione resa ufficiale con giuramento da parte di un traduttore innanzi al tribunale, giudice di pace o notaio. 
    3) Dichiarazione di valore del proprio titolo di studio, che consiste in un documento rilasciato dalla rappresentanza diplomatica – consolare italiana nel paese al cui ordinamento appartiene la scuola che ha rilasciato il titolo. Non possono essere accettate eventuali dichiarazioni di valore rilasciate dalle rappresentanze straniere in Italia. 


    Per i titoli di studio rilasciati in Italia e possibile l’autocertificazione, ai sensi dell’art. 46 del DPR 28/12/2000 n. 445, come esplicitato dall’art. 2 del DPR 394/1999. Conseguentemente un titolo di studio conseguito all’estero da cittadini italiani o stranieri non può essere oggetto di autocertificazione. 
    Tutti coloro che hanno conseguito il titolo di studio all’estero devono dimostrare capacità di espressione e di  comprensione orale e scritta della lingua italiana, valutata attraverso un test d’ingresso. Tutti i requisiti devono  essere posseduti e, la relativa documentazione presentata, all’atto dell’iscrizione.

     

     

    Organizzazione del Corso

    La modulistica e le modalità organizzative sono pertanto stabilite dalla Legge Regionale n. 6 del 02/02/2010 – D.lgs 59/2010 art. 71 – Delibera Giunta Regionale n.9/887 del 01 dicembre 2010.

    Partecipanti:

    numero minimo partecipanti: 15

    numero massimo partecipanti: 30

    Lezioni: per un totale di 130 ore

    Materie del corso:

    1. Area didattica igienico-sanitaria comprendente: nozioni generali di sanità, disciplina di cui al Reg. CE 852/04 (HACCP) e successive modifiche ed integrazioni.
    2. Area didattica merceologica specifica per la somministrazione e per il settore alimentare comprendente: nozioni generali di merceologia e nozioni sulla preparazione e somministrazione degli alimenti e delle bevande.
    3. Area didattica legislazione e gestione aziendale comprendente: nozioni generali di legislazione del lavoro, legislazione del commercio, legislazione penale riferita al settore commerciale, legislazione fiscale, gestione amministrativa e tecniche di promozione. 

     

     

    Stampa orario corso
    Sessione 14 giu. 2016
    giu. 201614
    18:00 - 22:00
    giu. 201614
    18:00 - 22:00
    lug. 201604
    18:00 - 22:00
    lug. 201605
    18:00 - 22:00
    lug. 201606
    18:00 - 22:00
    lug. 201607
    18:00 - 22:00
    lug. 201611
    18:00 - 22:00
    lug. 201612
    18:00 - 22:00
    lug. 201613
    18:00 - 22:00
    lug. 201614
    18:00 - 22:00
    lug. 201618
    18:00 - 22:00
    lug. 201619
    18:00 - 22:00
    lug. 201620
    18:00 - 22:00
    lug. 201621
    18:00 - 22:00
    lug. 201625
    18:00 - 22:00
    lug. 201626
    18:00 - 22:00
    lug. 201627
    18:00 - 22:00
    lug. 201628
    18:00 - 22:00
    ago. 201601
    18:00 - 22:00
    ago. 201602
    18:00 - 22:00
    ago. 201603
    18:00 - 20:00
    set. 201605
    18:00 - 23:00
    set. 201606
    18:00 - 22:00
    set. 201607
    18:00 - 20:00
    Tutte le date in Programma
  • Richiedi info Addetto al primo Soccorso GRUPPO B-C - AGGIORNAMENTO (triennale)

    • 20/06/16
    • 25/07/16
    • 26/09/16
    Programma e Orario

    Il D.M. 388/03 prevede per gli addetto all’emergenza al primo soccorso l’obbligo di frequenza di un corso di aggiornamento con periodicità triennale.

    Aggiornamento: il programma di aggiornamento deve essere svolto almeno per quanto attiene alla capacità di intervento pratico.

    Si propone pertanto un corso di aggiornamento formativo unico per i tre gruppi con ripasso generale ed approfondimento delle tecniche di intervento pratico.

    Partecipanti:

    Il corso si svolgerà al raggiungimento di un numero minimo di partecipanti pari a 15.

    Numero massimo di partecipanti: 25.

    Materiale didattico:

    manuale di primo soccorso

     

    PROGRAMMA DEL CORSO AGGIORNAMENTO PRIMO SOCCORSO

     

    MODULO

    CONTENUTI

    DOCENZA

    1° Modulo

     Introduzione

    Durata: 1 ora

    Obiettivi e finalità del corso.

    Il ruolo dell’Addetto all’Emergenza primo soccorso e relative responsabilità: analisi interventi nei primi tre anni di svolgimento del ruolo.

    Come riconoscere un’emergenza sanitaria.

    Medico del lavoro

    Infermiera professionale

    2° Modulo:

    Acquisire capacità di intervento pratico

    Durata: 3 ore

    Tecniche di comunicazione con il sistema di emergenza del SSN

    Tecniche di primo soccorso nelle sindromi cerebrali acute

    Tecniche di primo soccorso nelle sindromi di insufficienza respiratoria acuta.

    Tecniche di rianimazione cardiopolmonare.

    Tecniche di tamponamento emorragico

    Tecniche di sollevamento, spostamento e trasporto del traumatizzato.

    Tecniche di primo soccorso in casi di esposizione accidentale ad agenti chimici e  biologici

    Medico del lavoro

    Infermiera professionale

     

    Stampa orario corso
    Sessione 20 giu. 2016
    giu. 201620
    14.30 - 18.30
    Sessione 25 lug. 2016
    lug. 201625
    14:30 - 18:30
    Sessione 26 set. 2016
    set. 201626
    9:00 - 13:00
    Tutte le date in Programma
    lug. 201625
    set. 201626
  • Richiedi info Corso Formazione Base Addetti Settore Alimentare

    • 20/06/16
    • 25/07/16
    • 26/09/16
    Programma e Orario

    Corso obbligatorio per tutti gli addetti operanti nel settore alimentare REG. CE 852/04 e L.R. 33/09

     

    Stampa orario corso
    Sessione 20 giu. 2016
    giu. 201620
    9.30 - 13.30
    Sessione 25 lug. 2016
    lug. 201625
    14.30 - 18.30
    Sessione 26 set. 2016
    set. 201626
    14:30 - 18:30
    Tutte le date in Programma
    lug. 201625
    set. 201626
  • Richiedi info Aggiornamento Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione Datore di Lavoro - 3 ORE

    • 27/06/16
    • 05/09/16
    • 26/09/16
    Programma e Orario

    PRESENTAZIONE DEL CORSO

    Il Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione, il datore di lavoro e/o il management aziendale per mantenere il proprio ruolo fondamentale all’interno dell’azienda e per poter svolgere coscientemente i propri compiti:

    • provvede all’individuazione dei fattori di rischio, alla valutazione dei rischi e all’individuazione delle misure per la sicurezza  e per la salubrità degli ambienti di lavoro;
    • elabora, per quanto di sua competenza, le misure preventive e protettive
    • individua i dispositivi di protezione individuale e i sistemi di controllo di tali misure
    • provvede ad elaborare le procedure di sicurezza per le varie attività aziendali
    • programma i corsi di formazione ed informazione per i lavoratori
    •  ecc.

    deve mantenersi costantemente aggiornato sulle novità legislative, tecnologiche, ecc.

    Il monte ore di aggiornamento della formazione da frequentare (periodicità quinquennale) è individuato in base al settore Ateco 2002 di appartenenza dell’azienda; i corsi saranno articolati in tre differenti livelli di rischio:

    • BASSO 6 ore
    • MEDIO 10 ore
    • ALTO 14 ore

    REQUISITI DEI DOCENTI

    Esperienza almeno triennale di docenza o insegnamento o professionale in materia di salute e sicurezza sul lavoro.

    ORGANIZZAZIONE DEI CORSI

    • individuazione di un responsabile del progetto formativo
    • n° minimo di partecipanti pari a 6 - n° massimo di partecipanti ad ogni corso pari a 35
    • tenuta del registro di presenza
    • assenze ammesse: massimo 10%
    • al termine del corso sarà somministrata una verifica di apprendimento, che prevede colloquio o test obbligatori, in alternativa tra loro
    • al termine del corso verrà predisposto un verbale relativo alla valutazione globale

    ATTESTATI

    • Denominazione del soggetto formatore
    • Normativa di riferimento
    • Dati anagrafici del corsista
    • Specifica della tipologia di corso seguito con indicazione del settore di riferimento
    • e relativo monte ore frequentato
    • Periodo di svolgimento del corso
    • Firma del soggetto che rilascia l’attestato, il quale può essere anche il docente

     

    Stampa orario corso
    Sessione 27 giu. 2016
    giu. 201627
    14.30 - 17.30
    Sessione 05 set. 2016
    set. 201605
    14.30 - 17.30
    Sessione 26 set. 2016
    set. 201626
    14.30 - 17.30
    Tutte le date in Programma
    set. 201605
    set. 201626
  • Richiedi info Addetto all'Emergenza incendio BASSO rischio

    • 14/07/16
    Programma e Orario

    L’art. 46 del D. Lgs 81/08  dispone che il datore di lavoro designi preventivamente i lavoratori  incaricati di attuare le misure di prevenzione incendi e lotta antincendio, di evacuazione dei lavoratori in caso di pericolo grave ed immediato, di salvataggio, di pronto soccorso e, comunque di gestione dell’emergenza.

    Il datore di lavoro designa i lavoratori addetti alla gestione dell’emergenza in numero adeguato in base alla realtà aziendale (rischi specifici e dimensioni); i lavoratori designati possono rifiutare l’incarico solo  per giustificato motivo.

    I lavoratori designati devono ricevere adeguata formazione e disporre delle attrezzature adeguate.

    Sino alla deliberazione della Conferenza Stato Regioni i corsi di informazione e formazione saranno organizzati come previsto dal  DM 10/3/1998.

    Il suddetto DM prevede  la durata e i programmi dei corsi di formazione per addetti all’emergenza incendio in base alla classificazione del livello di rischio aziendale:

    • basso rischio incendio                               durata 4 ore
    • medio rischio incendio                               durata 8 ore
    • alto (elevato) rischio incendio                     durata 16 ore

     

    Al termine del corso sarà rilasciato l’attestato di frequenza che dovrà essere custodito in azienda dal Datore di Lavoro.

    Per il corso ad elevato rischio i partecipanti dovranno sostenere l’esame di idoneità presso il comando dei VVF.

    Partecipanti:

    Il corso si svolgerà al raggiungimento di un numero minimo di partecipanti pari a 10.

    Numero massimo partecipanti: 20.

    Materiale didattico:

    Dispensa realizzata da  Tre Ci Servizi Ambientali  Srl

     

    PROGRAMMA DEL CORSO BASSO RISCHIO

     

    MODULO

    CONTENUTI

    DOCENZA

    Modulo 1

    L’incendio e la prevenzione

    Durata: 1 ora

    Principi della combustione

    Prodotti della combustione

    Sostanze estinguenti e tipi di incendio

    Effetti dell’incendio sull’uomo

    Divieti e limitazioni

    Tecnico esperto in normativa di sicurezza e prevenzione incendi

    Modulo 2

    Protezione antincendio e procedure da adottare

    Durata: 1 ora

    Principali misure di protezione

    Evacuazione in caso di incendio

    Chiamata dei soccorsi

    Tecnico esperto in normativa di sicurezza e prevenzione incendi

    Modulo 3

    Esercitazioni pratiche

    Durata: 2 ore

    Presa visione e chiarimenti sugli estintori

    Istruzione all’uso degli estintori portatili

    Esperto nella prevenzione incendi

     

    Stampa orario corso
    Sessione 14 lug. 2016
    lug. 201614
    09.00 - 13.00
    Tutte le date in Programma
  • Richiedi info Addetto all'Emergenza incendio MEDIO rischio

    • 14/07/16
    Programma e Orario

    L’art. 46 del D. Lgs 81/08  dispone che il datore di lavoro designi preventivamente i lavoratori  incaricati di attuare le misure di prevenzione incendi e lotta antincendio, di evacuazione dei lavoratori in caso di pericolo grave ed immediato, di salvataggio, di pronto soccorso e, comunque di gestione dell’emergenza.

     

    Il datore di lavoro designa i lavoratori addetti alla gestione dell’emergenza in numero adeguato in base alla realtà aziendale (rischi specifici e dimensioni); i lavoratori designati possono rifiutare l’incarico solo  per giustificato motivo.

    I lavoratori designati devono ricevere adeguata formazione e disporre delle attrezzature adeguate.

    Sino alla deliberazione della Conferenza Stato Regioni i corsi di informazione e formazione saranno organizzati come previsto dal  DM 10/3/1998.

    Il suddetto DM prevede  la durata e i programmi dei corsi di formazione per addetti all’emergenza incendio in base alla classificazione del livello di rischio aziendale:

    • basso rischio incendio                               durata 4 ore
    • medio rischio incendio                               durata 8 ore
    • alto (elevato) rischio incendio                     durata 16 ore

    Al termine del corso sarà rilasciato l’attestato di frequenza che dovrà essere custodito in azienda dal Datore di Lavoro.

    Per il corso ad elevato rischio i partecipanti dovranno sostenere l’esame di idoneità presso il comando dei VVF.

    Partecipanti:

    Il corso si svolgerà al raggiungimento di un numero minimo di partecipanti pari a 10.

    Numero massimo partecipanti: 20.

    Materiale didattico:

    Dispensa realizzata da  Tre Ci Servizi Ambientali  Srl

    PROGRAMMA DEL CORSO MEDIO RISCHIO

     

    MODULO

    CONTENUTI

    DOCENZA

    Modulo 1

    L’incendio e la prevenzione

    Durata: 2 ore

    Principi della combustione

    Prodotti della combustione

    Sostanze estinguenti e tipi di incendio

    Effetti dell’incendio sull’uomo

    Divieti e limitazioni

    Tecnico esperto in normativa di sicurezza e prevenzione incendi

    Modulo 2

    Protezione antincendio e procedure da adottare

    Durata: 2 ore

    Principali misure di protezione

    Evacuazione in caso di incendio

    Chiamata dei soccorsi

    Tecnico esperto in normativa di sicurezza e prevenzione incendi

    Modulo 3

    Esercitazioni pratiche

    Durata: 2 ore

    Presa visione e chiarimenti

    Istruzione all’uso degli estintori  portatili

    Tecnico esperto in normativa di sicurezza e prevenzione incendi

    Modulo 4

    Esercitazioni pratiche

    Durata: 2 ore

    Utilizzo degli estintori su vasca alimentata a gas e liquido infiammabile – Utilizzo delle manichette idranti – Utilizzo dei DPI delle vie aeree in ambienti invasi da fiamme, con maschere pieno facciale e filtri

    Esperto nella prevenzione incendi

     

    Stampa orario corso
    Sessione 14 lug. 2016
    lug. 201614
    09.00 - 13.00
    lug. 201621
    14.30 - 18.30
    Tutte le date in Programma
  • Richiedi info Corso Aggiornamento Addetti Settore Alimentare

    • 18/07/16
    • 19/09/16
    Programma e Orario

    Corso di aggiornamento obbligatorio per tutti gli addetti operanti nel settore alimentare REG. CE 852/04 e L.R. 33/09. La periodicità è definita nel manuale di autocontrollo aziendale.

     

    Stampa orario corso
    Sessione 18 lug. 2016
    lug. 201618
    14:30 - 18:30
    Sessione 19 set. 2016
    set. 201619
    14:30 - 18:30
    Tutte le date in Programma
    set. 201619
  • Richiedi info Addetto all'Emergenza incendio AGGIORNAMENTO BASSO rischio

    • 21/07/16
    Programma e Orario

    L’art. 46 del D. Lgs 81/08  dispone che il datore di lavoro designi preventivamente i lavoratori  incaricati di Il D.Lgs. 81/2008 ha previsto l'obbligatorietà dell'aggiornamento periodico per i corsi antincendio (definiti dal D.M. 10/03/1998) rimandando la loro definizione a decreti da attuare.

    La circolare del 23 febbraio 2011 del Dipartimento dei Vigili del Fuoco ha finalmente sbloccato la contraddizione legislativa (che impone l'obbligo di aggiornamento periodico senza dare ulteriori indicazioni) stabilendo chiaramente contenuti e durata dei corsi di aggiornamento.

    La circolare non si è espressa invece per quanto riguarda la periodicità degli aggiornamenti che riteniamo possa essere triennale.

    La suddetta circolare prevede  la durata e i programmi dei corsi di aggiornamento formazione per addetti all’emergenza incendio in base alla classificazione del livello di rischio aziendale:

    • basso rischio incendio                               durata 2 ore
    • medio rischio incendio                               durata 5 ore
    • alto (elevato) rischio incendio                     durata 8 ore

    Al termine del corso sarà rilasciato l’attestato di frequenza che dovrà essere custodito in azienda dal Datore di Lavoro.

    Partecipanti:

    Il corso si svolgerà al raggiungimento di un numero minimo di partecipanti pari a 10.

    Numero massimo partecipanti: 25.

    Materiale didattico:

    Dispensa realizzata da  Tre Ci Servizi Ambientali  Srl

     

    PROGRAMMA CORSO AGGIORNAMENTO BASSO RISCHIO

     

    MODULO

    CONTENUTI

    DOCENZA

    Modulo 1

    ESERCITAZIONI PRATICHE

    Durata: 2 ore

    • presa visione e chiarimenti sugli estintori portatili
    • istruzioni sull'uso degli estintori portatili effettuata o avvalendosi di sussidi audiovisivi o tramite dimostrazione pratica

    Tecnico esperto in normativa di sicurezza e prevenzione incendi

     

    Stampa orario corso
    Sessione 21 lug. 2016
    lug. 201621
    9.00 - 11.00
    Tutte le date in Programma
  • Richiedi info Addetto all'Emergenza incendio AGGIORNAMENTO (triennale) MEDIO rischio

    • 21/07/16
    Programma e Orario

    L’art. 46 del D. Lgs 81/08  dispone che il datore di lavoro designi preventivamente i lavoratori  incaricati di Il D.Lgs. 81/2008 ha previsto l'obbligatorietà dell'aggiornamento periodico per i corsi antincendio (definiti dal D.M. 10/03/1998) rimandando la loro definizione a decreti da attuare.

    La circolare del 23 febbraio 2011 del Dipartimento dei Vigili del Fuoco ha finalmente sbloccato la contraddizione legislativa (che impone l'obbligo di aggiornamento periodico senza dare ulteriori indicazioni) stabilendo chiaramente contenuti e durata dei corsi di aggiornamento.

    La circolare non si è espressa invece per quanto riguarda la periodicità degli aggiornamenti che riteniamo possa essere triennale.

    La suddetta circolare prevede  la durata e i programmi dei corsi di aggiornamento formazione per addetti all’emergenza incendio in base alla classificazione del livello di rischio aziendale:

    • basso rischio incendio                               durata 2 ore
    • medio rischio incendio                               durata 5 ore
    • alto (elevato) rischio incendio                     durata 8 ore

    Al termine del corso sarà rilasciato l’attestato di frequenza che dovrà essere custodito in azienda dal Datore di Lavoro.

    Partecipanti:

    Il corso si svolgerà al raggiungimento di un numero minimo di partecipanti pari a 10.

    Numero massimo partecipanti: 25.

    Materiale didattico:

    Dispensa realizzata da  Tre Ci Servizi Ambientali  Srl

     

    PROGRAMMA CORSO AGGIORNAMENTO MEDIO RISCHIO

     

    MODULO

    CONTENUTI

    DOCENZA

    Modulo 1

    Durata: 3 ore

    1) INCENDIO E LA PREVENZIONE INCENDI

    • principi della combustione
    • prodotti della combustione
    • sostanze estinguenti in relazione al tipo di incendio
    • effetti dell'incendio sull'uomo
    • divieti e limitazioni di esercizio
    • misure comportamentali

    2) PROTEZIONE ANTINCENDIO E PROCEDURE DA ADOTTARE IN CASO DI INCENDIO

    • le principali misure di protezione contro gli incendi
    • vie di esodo
    • procedure da adottare quando si scopre un incendio o in caso di allarme
    • procedure per l'evacuazione
    • rapporti con i vigili del fuoco
    • attrezzature ed impianti di estinzione
    • sistemi di allarme
    • segnaletica di sicurezza
    • illuminazione di emergenza

    Tecnico esperto in normativa di sicurezza e prevenzione incendi

    Modulo 2

    Durata: 2 ore

    3) ESERCITAZIONI PRATICHE

    • Presa visione del registro della sicurezza antincendi e chiarimenti sugli estintori portatili
    • esercitazioni sull'uso degli estintori portatili e modalità di utilizzo di naspi e idranti

    Tecnico esperto in normativa di sicurezza e prevenzione incendi

     

    Stampa orario corso
    Sessione 21 lug. 2016
    lug. 201621
    9.00 - 11.00
    lug. 201621
    14.30 - 18.30
    Tutte le date in Programma
  • Richiedi info Addetti all'utilizzo del Carrello Elevatore

    • 13/09/16
    Programma e Orario

    Il corso fornire informazioni utili e consigli pratici per il corretto utilizzo dei carrelli elevatori conformemente a quanto stabilito dalla normativa di riferimento.

    Partecipanti:

    Il corso si svolgerà con un numero minimo di 6 partecipanti.

    Numero massimo partecipanti: 24.

    Materiale didattico:

    Dispensa realizzata da Tre Ci Servizi Ambientali Srl

     

    PROGRAMMA DEL CORSO CE

     

    MODULO

    CONTENUTI

    DOCENZA

    1° Modulo – Modulo Teorico

    Giuridico Normativo

    Durata: 1 ora

     Cenni di normativa generale in materia di igiene e sicurezza del lavoro con particolare riferimento alle disposizioni di legge in materia di uso delle attrezzature di lavoro (D.Lgs. n. 81/2008). Responsabilità dell’operatore
     

    Esperto in prevenzione e sicurezza sul lavoro

    2° Modulo – Modulo Teorico

    Tecnico

    Durata: 7 ore

    Tipologie e caratteristiche dei vari tipi di veicoli per il trasporto interno: dai transpallet manuali ai carrelli elevatori frontali a contrappeso.- Principali rischi connessi all’impiego di carrelli semoventi - Nozioni elementari di fisica: nozioni di base per la valutazione dei carichi movimentati, condizioni di equilibrio di un corpo. Stabilità Linee di ribaltamento Stabilità statica e dinamica e influenza dovuta alla mobilità del carrello e dell’ambiente di lavoro Portata del carrello elevatore.- Tecnologia dei carrelli semoventi: terminologia, caratteristiche generali e principali componenti. Meccanismi, loro caratteristiche, loro funzione e principi di funzionamento.- Componenti principali: forche e/o organi di presa  Montanti di sollevamento Posto di guida con descrizione del sedile, degli organi di comando, dei dispositivi di segnalazione e controllo Freni Ruote e tipologie di gommature: differenze per i vari tipi di utilizzo, ruote sterzanti e motrici. Fonti di energia Contrappeso - Sistemi di ricarica batterie: raddrizzatori e sicurezze circa le modalità di utilizzo anche in relazione all'ambiente Dispositivi di comando e di sicurezza: identificazione dei dispositivi di comando e loro funzionamento, identificazione dei dispositivi di sicurezza e loro funzione. Sistemi di protezione attiva e passiva. –

    Le condizioni di equilibrio: fattori ed elementi che influenzano la stabilità. Portate (nominale/effettiva). Illustrazione e lettura delle targhette, tabelle o diagrammi di portata nominale ed effettiva. Influenza delle condizioni di utilizzo sulle caratteristiche nominali di portata. Gli ausili alla conduzione  Controlli e manutenzioni: verifiche giornaliere e periodiche Illustrazione dell'importanza di un corretto utilizzo dei manuali di uso e manutenzione a corredo del carrello Modalità di utilizzo in sicurezza dei carrelli semoventi: procedure di movimentazione. Segnaletica di sicurezza nei luoghi di lavoro. Procedura di sicurezza durante la movimentazione e io stazionamento del mezzo. Viabilità: ostacoli, percorsi pedonali, incroci, strettoie, portoni, varchi, pendenze, ecc.. Lavori in condizioni particolari ovvero all’esterno, su terreni scivolosi e su pendenze e con scarsa visibilità. Nozioni di guida. Norme sulla circolazione, movimentazione dei carichi, stoccaggio, ecc. Nozioni sui possibili rischi per la salute e la sicurezza collegati alla guida del carrello ed in particolare ai rischi riferibili: a) all'ambiente di lavoro; b) al rapporto uomo/macchina; c) allo stato di salute del guidatore.
    Nozioni sulle modalità tecniche, organizzative e comportamentali e di protezione personale idonee a prevenire i rischi.

     

     

    3° Modulo – Modulo Pratico

    Durata: 4 ore

    Illustrazione, seguendo le istruzioni di uso del carrello, dei vari componenti e delle sicurezze

    Manutenzione e verifiche giornaliere e periodiche di legge e secondo quanto indicato nelle istruzioni di uso del carrello

    Guida  del carrello su percorso di prova per evidenziare le corrette manovre a vuoto e a carico (corretta posizione sul carrello, presa del carico, trasporto nelle varie situazioni, sosta del carrello, ecc.)

    Esperto in prevenzione e sicurezza sul lavoro

     

    Stampa orario corso
    Sessione 13 set. 2016
    set. 201613
    9:00 - 13:00
    set. 201613
    14:30 - 18:30
    set. 201620
    11:00 - 15:00
    Tutte le date in Programma
  • Richiedi info Area Risorse Umane - GESTIRE LE RELAZIONI TRA COLLEGHI E SUPERIORI

    Programma e Orario

    OBIETTIVI FORMATIVI

    Le aziende necessitano sempre più di collaboratori orientati ai risultati, che sappiano lavorare in team perseguendo gli obiettivi datosi.

    Le relazioni possono non sempre essere facili; il corso fornisce utili e costruttivi consigli perché all’interno di un team di lavoro i partecipanti possano integrarsi superando gli aspetti emotivi orientandosi a fatti e risultati concreti.

    PROGRAMMA FORMATIVO 

    • I bisogni dell’uomo
    • Riconoscersi parte di un gruppo
    • L’orientamento all’altro
    • Il passaggio di informazioni
    • Il passaggio di informazioni
    • Mitigare le tensioni tra colleghi

     

    Tutte le date in Programma
  • Richiedi info Area Risorse Umane - PARLARE IN PUBBLICO

    Programma e Orario

    OBIETTIVI FORMATIVI

    Come farsi comprendere da tante persone, ognuna con le proprie idee?

    Il corso si focalizza sull’arte oratoria e l’uso di tutti gli strumenti per poter incidere sull’auditorio. Sono affrontati gli stili di comunicazione verbale e gestuale. Il comunicatore verrà in possesso di tecniche per verificare il grado di consenso che ottiene nello stesso momento in cui sta comunicando.

    PROGRAMMA FORMATIVO 

    • Analisi del pubblico
    • Condizioni psicologiche della folla
    • L’arte oratoria
    • Lo stile di comunicazione verbale e gestuale
    • Caratteristiche dell’ambiente in cui si svolge l’oratoria
    • Come verificare il consenso del pubblico
    • L’ambiente

     

    Tutte le date in Programma
  • Richiedi info CORSO PER FORMATORI

    Programma e Orario

    OBIETTIVI FORMATIVI

    Il corso illustra i seguenti argomenti: come comprendere e soddisfare le necessità formative all’intero dell’impresa, tecniche di formazione del personale, il metodo Rogers, psicologia dell’apprendimento, di gestione dei gruppi di lavoro, modalità di valutazione del formatore, utilizzo degli strumenti per la formazione, modalità di valutazione dei risultati formativi. 

    PROGRAMMA FORMATIVO

    • L’ambiente
    • La presentazione del corso
    • La motivazione del corso
    • Gestire le obiezioni dei partecipanti
    • Comunicare formando
    • Psicologia dell’apprendimento
    • L’utilizzo degli strumenti didattici
    • Valutare lo stato di apprendimento

     

    Tutte le date in Programma
  • Richiedi info Area Risorse Umane - POTENZIAMENTO DELLA PERSONALITA'

    Programma e Orario

    OBIETTIVI FORMATIVI

    Per qualsiasi impresa che si vuole intraprendere la domanda è: “Io posso?”, la risposta è “SI!”. La motivazione, l’autostima e la conoscenza di sé sono alcune delle “leve” che possiamo azionare.

    PROGRAMMA FORMATIVO

    • Conoscere se stessi
    • I bisogni e la predisposizione dell’uomo
    • Il ruolo dell’automotivazione
    • Il ruolo dell’autostima
    • L’allenamento mentale

     

    Tutte le date in Programma
  • Richiedi info Area Risorse Umane - LEADERSHIP

    Programma e Orario

    OBIETTIVI FORMATIVI

    Potenziare l’inclinazione alla leadership e sviluppare tecniche di motivazione al fine di migliorare la gestione delle Risorse Umane e la comunicazione all’interno di un’organizzazione

    PROGRAMMA FORMATIVO

    • Caratteristiche del capo e del leader
    • Il significato del lavoro per chi lo svolge
    • La percezione di se stessi nel lavoro
    • I diversi tipi di leadership
    • Tecniche di motivazione del personale e modalità di utilizzo
    • Tecniche di guida e comando

     

    Documenti

    Non ci sonno documenti.

    Tutte le date in Programma
  • Richiedi info La Comunicazione - Area Risorse Umane

    Programma e Orario

    1) Obiettivi Formativi

    Il successo della comunicazione non dipende solamente dalla ricettività dell’interlocutore, ma dalle capacità espressiva di chi vuole trasmettere il proprio messaggio. Diviene fondamentale, quindi, capire quali siano i canali di ricezione del destinatario.

    2) Programma Formativo

    Argomenti trattati:

    • Perché comunicare
    • La comunicazione verbale e non
    • Controllo delle emozioni
    • Saper ascoltare
    • Il piano di comunicazione
    • Come allenarsi a comunicare
    • Capire il proprio interlocutore
    • Persuadere comunicando
    • Preparare un piano di comunicazione
    • La comunicazione in un’organizzazione
    • Influenzare il proprio interlocutore

     

    Tutte le date in Programma
    mag. 201629
  • Richiedi info Formazione Generale Lavoratori in E-learning

    • DISPONIBILE ORA
    Programma e Orario

    Corso di formazione generale in E-learning

     

    Documenti

    Non ci sonno documenti.

    Tutte le date in Programma
    mag. 201629

Questo sito utilizza cookie per consentire una migliore esperienza di navigazione. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione acconsenti.